A Maggiora, nel mio prato di casa, c'era tanto tempo fa un ciliegio

sotto il quale mi mettevo a comporre e scrivere musica.

Era un albero molto vecchio, ed era stato sicuramente piantato

prima che nascessi io.

Mi organizzavo con un tavolo improvvisato, una sedia, una tastiera e qualche effetto, e si scriveva…Minuetto, Aria e tante altre canzoni  sono nate sotto questa magica pianta…

Come non potevo dedicare una canzone a lei , che mi ha tanto ispirato ?

Tutto bianco ritornerà, il ciliegio di casa mia

qualche gatto sonnecchiera', sulla porta di casa mia


Ed il glicine abbraccera', il silenzio di casa mia

ma nessuno rispondera', al telefono di casa mia.


Qualcun altro misurera', i confini dei sogni tuoi

qualcun altro un giorno gridera', 

proprio dove tacevamo noi

quando l'alba illuminava in te, l'infinito che non trovo piu'

quando l'alba addormentava in me,

la dolcezza che cercavi tu