La storia di ‘Migrazione’ e di tutto l’Lp è legata ad una antica leggenda indiana che avevo letto in quegli anni..

Parlava di un uomo che stanco della sua vita di ogni giorno decide di partire per trovare nuovi orizzonti da vivere più intensamente.

Tutto cio' che e' stato e' stato

poche cose e dopo me ne andro'

luci di un opaco strano

uno stormo d'ali se ne va


L'Africa non e' lontano

come loro sto cercando sole


Lascio una finestra accesa

per chi spera di trovarmi qui

lascio la mia chiave appesa

per chi ha voglia di tornare qui